"Da dove nascono i bambini?" come rispondere a questa domanda.



Tutti i genitori si sono trovati a dover rispondere ai propri figli a questa domanda "da dove nascono i bambini?"

Spesso, questa domanda, mette i genitori in difficoltà "adesso cosa devo dire?" " come glielo spiego?", oggi vorrei trattare con voi proprio questo argomento.


Partiamo dal presupposto che bisogna sempre considerare l'età del bambino e in generale dalla sua capacità di comprendere la fecondazione.

Per farlo è importante che voi a vostra volta facciate delle domande al bambino come: " tu da dove pensi che nascano?" questo vi aiuterà a capire cosa vuole sapere esattamente vostro figlio e vi indirizzerà nella risposta.


Quando i bambini sono piccoli, ovviamente, non possiamo spiegargli come avviene la fecondazione, ma così come non gli spiegheremo il sistema circolatorio! Questo perchè a livello cognitivo non comprenderebbe e sarebbe solo molto confuso.

Si potrà in questa fase, dire loro che un bambino è frutto dell'amore della mamma e del papà e che quando si amano molto si fanno le coccole, da queste coccole il papà può dare alla mamma un semino che lei metterà in un uovo che crescerà nella sua pancia e dopo tanti mesi diventerà un bambino.


Verso gli 8/9 anni, invece possono essere in grado di comprendere il funzionamento del corpo e quindi si può spiegare loro la fecondazione.

Questo argomento, mette spesso in difficoltà più gli adulti che i bambini, questo perchè siamo noi a dare un significato emotivo e sessualizzato ad esso.

Per semplicità si può partire dal regno animale e quindi leggere insieme dei libri sul corteggiamento e l'accoppiamento nel regno animale.

Per spiegare la fecondazione è importante utilizzare termini specifici e non quelli di uso comune, quindi si parlerà di pene e di vagina e non di pisellino e patatina, questo perchè è importante che i bambini conoscano gli organi genitali e la loro funzione, si può spiegare loro come sono fatti e come funzionano e si spiegherà loro che la loro funzione è anche quella riproduttiva. A tal riguardo, riflettete su quanto sia un tabù culturale quello della sessualità, avreste le stesse difficoltà a spiegare la funzione di un rene o di un cuore?


Potete riflettere con i bambini anche su questo e su che cosa sia il pudore e come sia normale provarlo.


Ricordate di non trascurare mai la componente affettiva ed emotiva e di dedicare il giusto tempo a questo momento per assicurarvi che loro stiano comprendendo e lasciargli il tempo per le domande.


Ma quindi cosa dire? le parole giuste le potete trovare voi in quanto deve essere un momento naturale e spontaneo, ma se vi doveste trovare in difficoltà può essere utile chiedere un supporto per affrontare questo argomento.


Esistono anche diversi libri che vi possono essere d'aiuto come ad esempio:


Per i piccini:

" E io dove stavo?" Manning M. e Granstrom.

"Io fuori, Io dentro" Zanotti.


In età scolare:

" Una vita in grembo" Tallack P.

"Come si fanno i bambini?" Anna Fiske


In adolescenza:

"C'era una volta la prima volta" Veglia, Pellegrini


Per informazioni

Silvia Mauro Psicologa

psicologamauro@gmail.com

3319958704


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square